…Cambia qualcosa?

…Cambia qualcosa?

Come ormai è noto, il programma New Voices sta proseguendo anche in questo anno sociale e tutti i Distretti hanno nominato le proprie Voci, così come richiesto dalla Sede Centrale. La grande novità è che in Europa e altrove esse sono state inserite a pieno titolo nel Global Action Team, a tutti i livelli. Di Carla Cifola *

Cambia qualcosa? Praticamente no, poiché soprattutto nel nostro multidistretto già in passato le New Voices distrettuali erano state invitate a lavorare all’unisono con GMT, GST, GAT e addetto alla comunicazione: questo hanno fatto, sfatando l’idea che il programma fosse un doppione di queste aree e fosse addirittura in concorrenza con gli officer che le rappresentano. Ma andando più a fondo possiamo anche affermare che il fatto di essere membro del GAT sancisca in modo chiaro e inequivocabile l’importanza ed il valore del programma, che grande successo ha avuto a livello internazionale.
Quest’anno il campo di azione delle Nuove Voci si è addirittura ampliato, per volere del Presidente Internazionale Jung-Yul Choi. Se è vero che il gender balance nella membership e nella leadership rimane il principale obiettivo, altri e decisamente importanti punti sono stati aggiunti. Le Voci sono tenute a promuovere la diversità all’interno dei club e dell’associazione e a curare l’inserimento dei giovani, oltre a quello già citato delle donne, a curare i rapporti Leo Lions stimolando una maggior cooperazione tra club padrino e club Leo, stimolare l’apertura di specialty club, sancendo in questo l’importanza del lavoro sinergico delle Nuove Voci con il GMT. Ai Leo viene data una grande importanza: anche il Presidente Choi ha inserito di diritto due loro rappresentanti all’interno del board, seguendo quanto precedentemente fatto da Gudrun Yngvadottir. Ci si chiede in modo particolare di stimolarne il passaggio da Leo a Lions: perdere per strada giovani formatisi nell’associazione e non interessarsi al loro futuro nel servizio sarebbe ed è estremamente negativo.
Perché parliamo ancora di Gender Balance? Semplicemente perché, pur con qualche miglioramento, purtroppo l’Europa è ancora in questo molto indietro, con il suo 24% che in alcuni distretti (non da noi, per fortuna) scende al 19% e forse anche più giù. Si, è vero, le percentuali annoiano e sono fredde ma forniscono un chiaro quadro della realtà e ci indicano dove dobbiamo intervenire.
Mettere a fuoco determinate situazioni e lavorare per migliorarle: questo è quello che le Nuove Voci stanno facendo. Laddove, come in Turchia, arriviamo a percentuali di membership femminile che supera anche il 50%, il focus sarà su altri importanti obiettivi, proprio per valorizzare quelle diversità all’interno dei club che sono essenziali per service più articolati e maggiormente rispondenti ai bisogni sociali.
Alle Nuove Voci, che a livello europeo si stanno arricchendo maggiormente di una componente maschile, è richiesto di organizzare workshop e simposi sullo sviluppo dell’affiliazione femminile (per questi la sede centrale elargisce finanziamenti fino a 2000 dollari), formulare piani di azione per il raggiungimento degli obiettivi sopracitati a livello distrettuale, usare nuove tecnologie e media per diffondere la propria azione e comunque i service di maggior successo, raccontare la propria positiva esperienza di essere Lions, individuare figure femminili che possano essere future leader Lions. È un lavoro che va fatto insieme, uomini e donne, perché è un lavoro che permette una maggior crescita dell’associazione: per fortuna non abbiamo più sentito fare paragoni con le quote rosa, e questo significa che il messaggio è stato compreso!
Soprattutto, le Nuove Voci stanno facendo proprio lo slogan nato quasi per caso “New Voices, New Ideas”. Abbiamo bisogno di idee nuove, di dar vita a nuovi service. Ancora una volta il “si è fatto sempre così” non regge più. Ottimi i service consolidati che ci caratterizzano nella nostra comunità, ma accanto a questi costruiamo azioni nuove che raggiungano ulteriori e nuovi obiettivi. La ricerca di percorsi innovativi e diversi sta caratterizzando la strada del cambiamento e tutte le voci devono prenderne parte, devono partecipare, far sentire la propria esperienza e comunicare le proprie idee!

*Speaker New Voices CA4
e coordinatore multidistrettuale.